Assofertilizzanti

Tipologie Fertilizzanti

IL MERCATO DEI FERTILIZZANTI SI PUO' DIVIDERE IN TRE GRANDI COMPARTI
 

COMMODITIES

Ne fanno parte essenzialmente i concimi minerali: con una quota del 60% della totalità dei concimi utilizzati in Italia ed una quota di fatturato totale del 73% circa, rappresentano la tipologia più consistente del comparto produttivo Questi sono prodotti sintetizzati a partire dal metano (produzione di ammoniaca, urea, acido nitrico e nitrato ammonico), dall’acido solforico e dalle rocce fosfatiche e dai sali di potassio. Sono prodotti semplici quando è presente un solo elemento principale, sono prodotti composti (da miscela fisica o da reazione) quando contengono 2 o 3 elementi principali. Le caratteristiche di questi prodotti sono i grandi volumi, le tecnologie consolidate e il fatto che sono prodotti a specifica, cioè completamente descritti dalle loro caratteristiche chimico-fisiche.

ORGANICS

Ne fanno parte:

a) I concimi organici e ammendanti. I processi produttivi che li caratterizzano sono riconducibili più a dei processi biochimici che non a delle vere proprie reazioni di sintesi. La stabilizzazione della sostanza organica naturale (di origine animale o vegetale) è la condizione essenziale per far sì che i nutrienti contenuti nei concimi si rendano disponibili al meglio per le colture.
b) I concimi organo minerali: sono ottenuti mediante reazione o compattazione dei concimi minerali con le matrici organiche per creare un’azione sinergica che mira a combinare l’azione nutriente delle piante con la migliore prestazione ambientale.

I concimi organici e organo-minerali costituiscono il 17% delle quantità totali vendute con un 8% per concimi organici e un 9% per i concimi organo minerali e il 15% del fatturato del settore. Gli ammendanti, i correttivi e i substrati per coltura, invece, hanno avuto in questi ultimi anni una forte spinta, passando da un 24% all’attuale 40% in termini di volume e il 12% in termini di fatturato. Si possono annoverare in questo gruppo tutti quei materiali di recupero (in particolare delle sostanze organiche secondarie o sottoprodotti organici - i compost) che dal punto di vista produttivo sono considerati più simili a dei processi biologici che non a dei processi chimici veri e propri.

SPECIALITIES

La modificazione delle proprietà di rilascio degli elementi minerali da parte dei concimi, la solubilità dei preparati, le proprietà biostimolanti di alcuni composti organici sono alcune delle caratteristiche che i processi di produzione dei cosiddetti concimi “specialistici” si prefiggono di controllare.
Si tratta di prodotti a comportamento altamente differenziato tra loro nelle rispettive categorie, ciascuna finalizzata all’ottenimento di determinate prestazioni. Le tecnologie applicate, anche qui di ordine sia chimico che biochimico/enzimatico, sono peculiari per questo settore, che richiede un alto grado di tecnologia e di specializzazione. Statisticamente rappresenta circa il 2% della somma dei concimi minerali e dei concimi organici e organo minerali, ma contribuisce a più del 10% del fatturato totale del settore dei fertilizzanti.

Gruppo concimi minerali
gruppo-fertilizzati-pellets
gruppo-fertilizzati-specialistici