Al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano

28 novembre 2013
Assofertilizzanti in collaborazione con il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, per parlare di sicurezza alimentare e nutrizione.

Il 28 novembre 2013, Assofertilizzanti in collaborazione con il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, ha organizzato un incontro con un gruppo di giornalisti e blogger per parlare di sicurezza alimentare e nutrizione. L’iniziativa, che l’Associazione promuove da diversi anni per spiegare il valore dell’alimentazione e della tecnologia ad essa applicata, permette di aprire un dibattito sull’importante ruolo svolto dalla chimica nel garantire lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile, che concili le esigenze della produttività con la salubrità dei raccolti e la protezione dell’ambiente.

Anche questa edizione, che ha avuto un particolare focus sul tema del babyfood e dell’alimentazione per l’infanzia, si è svolta all’interno dell’I.lab Alimentazione, un laboratorio interattivo allestito al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci, e ha raccolto un forte successo da parte della stampa, sempre più interessata ed appassionata di questi temi soprattutto in vista di Expo 2015. A parlare di questi temi era presente, il dottor Paolo Girelli, Responsabile del Comitato Immagine e Comunicazione e, accanto a lui, c’erano la dottoressa Elvira Verduci, pediatra dell’Ospedale San Paolo di Milano e Luca Iozzia responsabile del laboratorio I.lab Alimentazione.

Due le parti in cui si è strutturato l’evento: in una prima fase abbiamo assistito ad una discussione informale sull’importanza e il ruolo svolto dai fertilizzanti in agricoltura e sulla sicurezza dei prodotti agricoli consumati dai più piccoli, mentre la seconda fase, più interattiva, ha offerto la possibilità ai partecipanti di sperimentare di persona, attraverso l’utilizzo di strumentazione presente in laboratorio, come prendersi cura della terra e come aiutarla a dare i suoi frutti. Grazie al supporto della pediatra, la dottoressa Verduci, è stato poi possibile capire più da vicino quali possono essere gli eventuali rischi per i bambini correlati all’utilizzo dei mezzi tecnici in agricoltura.

Il principale tema affrontato nel corso della mattinata e su cui si è instaurato un dialogo costruttivo tra tutti i partecipanti ha riguardato nello specifico il confronto tra i prodotti biologici e quelli tradizionali con alcune importanti raccomandazioni della pediatra per quanto riguarda la sicurezza alimentare dei più piccoli. L’evento è stato dunque un’occasione importante per parlare di sicurezza alimentare nel babyfood e nei prodotti 8 per l’infanzia; la qualità dei prodotti alimentari è, infatti, da sempre al centro delle attenzioni del consumatore italiano ed europeo, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza di una specifica categoria di alimenti destinati ai bambini nella fascia di età 0-3 anni. Questa categoria è giustamente soggetta a limiti molto stringenti per quanto riguarda la presenza di contaminanti.

Il progetto “I.lab Alimentazione” si conferma essere per Assofertilizzanti un’opportunità unica per parlare ai media e a tutti gli stakeholders di questi temi così fondamentali per il presente e il futuro dell’agricoltura, contribuendo in questo modo a costruire insieme una cultura dell’alimentazione, la quale rappresenta un elemento strategico per affrontare con successo le sfide che l’umanità dovrà affrontare nei prossimi anni per nutrire il pianeta.